Una nuova Radura a Tirana

Inaugurata a Tirana la Radura di Stefano Boeri

L'opera è stata prodotta ed installata da Legnolandia, membro della Filiera Legno Friuli Venezia Giulia.

La radura di Tirana, che segue quelle installate a Milano ed Amatrice, è stata formalmente consegnata al sindaco della città albanese (Erion Veliaj) il 19 dicembre 2019 con la presenza del Primo Ministro (Edi Rama), del Ministro della Cultura (Elva Margariti), dell'ideatore dell'opera Arch. Stefano Boeri e del Presidente di Legnolandia Marino De Santa.

INAUGURAZIONE RADURA BOERI TIRANA LEGNOLANDIA

Caso vuole che anche l’Albania sia stata colpita, poche settimane fa, da un terribile terremoto che ha provocato notevoli danni. Si è così aperto un dibattito sui temi della ricostruzione, mettendo in primo piano l'utilizzo del legno come materiale, sostenibile, leggero, che assorbe le onde sismiche e che permette costruzioni sicure in tempi brevi. Si è concluso che il legno è il materiale antisismico per eccellenza, ideale per la ricostruzione delle zone terremotate dell’Albania.


Foto dell'inaugurazione di Radura a Tirana: 19 dicembre 2019

 

Cos'é Radura? guarda questo video:

Radura è prima di tutto un rifugio dal caos della vita cittadina, spesso frenetica e rumorosa, dove è possibile sedersi, riposare, aspettare: in una parola rigenerarsi, svolgendo quelle azioni normali che talvolta vengono rese difficoltose o addirittura impossibili dall’odierno ritmo urbano, che spinge al movimento, all’impazienza e alla velocità.

Radura è una micro-costruzione che può essere fissa o itinerante che ha toccato molti luoghi, da Milano a Sirmione, passando per Udine, Piacenza e Bologna, Amatrice, Gemona. Ideata e progettata da Stefano Boeri Architetti in occasione di “Open Borders”, uno degli eventi del Fuori Salone promosso da INTERNI, Radura è stata inaugurata il 12 aprile 2016 a Milano.
Al suo interno si svolgono piccoli eventi, letture e incontri.

Radura è poi un piccolo spazio aperto posto all’interno di uno spazio aperto più̀ grande, dove le 350 colonne in Abete Bianco di proporzioni diverse fungono da filtro permeabile tra l’interno e l’esterno: non tutto ciò̀ che sta fuori rimane fuori, perché lo sguardo può penetrare attraverso il gioco compositivo degli elementi cilindrici che si stagliano verso il cielo, come alberi stilizzati.
Non vi è cesura totale con il mondo, ma solo una sua momentanea attenuazione.

Radura è un dispositivo urbano, pubblico, che serve a decongestionare i flussi e i movimenti, trattenendoli al suo interno e creando così un micro-ambiente di raccoglimento contrapposto allo spazio che lo circonda.

Radura è un'esperienza visiva e tattile, ma anche un dispositivo sonoro con una propria vitalità, realizzato attentamente dal compositore Ferdinando Arnò in collaborazione con la cantante Melanie De Biasio, il chitarrista Giorgio Cocilovo e il violoncellista Marco Decimo: l’atmosfera sonora polifonica intrinseca nella struttura cambia con i movimenti del visitatore al suo interno, diventando una cassa di risonanza a cielo aperto per schermare i rumori esterni, mentre dentro tutto è amplificato.

Radura di notte si trasforma in un cerchio luminoso che si riconosce nella città e che diventa un punto di approdo e di sosta per lo sguardo. Radura, quindi, è un oggetto che vive e si riscopre di continuo, mutando colori e luminosità, esaltando la materia stessa del legno che lo costituisce.

Radura è infine uno spazio collettivo ma intimo, che diventa aula all’aperto per gli studenti del Politecnico di Milano durante la Summer School, avvicinandoli concettualmente e fisicamente all’idea di nuove spazialità urbane.

 

CHIEDI INFORMAZIONI PER AVERE RADURA NELLA TUA CITTA'

 

 

Style Switcher

Layout Style

Predefined Colors

Background Image